Integratore o novel food?

lawNell’ultimo lustro il mercato dei prodotti a base di ingredienti vegetali si è frammentato e diversificato al punto che, tra consumatori ed operatori, si è creata una certa confusione. Che differenze esistono tra un prodotto erboristico ed un integratore alimentare? E tra un novel food ed un ingrediente di origine vegetale? Una tisana può essere definita come un alimento funzionale?

Non sono questioni di lana caprina, ma linee di demarcazione normativa con ricadute reali sul tipo di etichettatura, sulla pertinenza di eventuali claims e su quali autorità siano preposte al controllo delle pubblicità di questi prodotti, ad esempio. Per citare un caso, le opinioni di EFSA sui claims nutrizionali come si legano a quelle relative ai prodotti erboristici?

A definire lo scenario è una serie di norme e sentenze emesse sia a livello comunitario che nazionale la cui raccolta ed interpretazione non sempre è agevole, dato che richiede competenze legali in genere lontane dal sentire tecnico-erboristico. Immagino sia per questo che sull’ultimo numero di Natural1 è apparso un articolo a firma dell’avv. Cristina La Corte dello Studio Legale Forte di Ferrara, specializzato in temi penalistici di ambito alimentare ed industriale. Mi sono permesso di portare in pdf una tabella riassuntiva presente nell’articolo, perchè sintetizza bene le definizioni di prodotto medicinale, novel food, integratore alimentare ed alimento funzionale. Per il resto dell’analisi vi rimando all’originale sulla rivista.