Scrittura e immagini nel dominio della scienza

La rivista Progetto Grafico ha alle viste, per la prossima primavera, un numero speciale che ha lo stesso titolo di questo post. Trattandosi di un prodotto dell’ Associazione Italiana Design e Comunicazione Visiva, ci sarà spazio -spero- per discutere ed esplorare la traduzione creativa di dati, immagini, informazioni ed esperimenti legati alle piante. In particolare sarebbe carino giocare con le scelte prese da scienziati e designers senza che il lato estetico confonda troppo le acque nella trasmissione di un messaggio utile a chi sta fuori ed a chi sta dentro (sia dalla scienze che dal design, la faccenda è vicendevolmente contagiosa). Più o meno come, ironicamente, giocano a fare gli autori del gioiellino qui sotto, mandato in onda qualche anno fa da una nota TV via satellite (altri, non meno gustosi ma non verzurieri, qui).

Discovery Science – Cleve Backster from Condominium Produzioni on Vimeo.

Per eventuali complittisti all’ascolto, il plot del video deriva da una storia vera: verso la fine degli anni ’60 Cleve Backster, un ex dipendente della CIA esperto in macchine della verità, si era messo in testa di costruirne una che funzionasse per le piante. Aveva anche fatto una serie di esperimenti come quello sceneggiato qui sopra per trarre vantaggio investigativo da presunti poteri sensoriali e usare specie vegetali come possibili testimoni di delitti, ottenendo (ovviamente) risultati mai ripetuti da altri ricercatori in condizioni controllate. La RAI, in un impeto di esoterismo, a metà degli anni ’70 ha dedicato alle teorie un po’ bizzarre di Backster addirittura una miniserie di gialli in 4 puntate, chiamata “La traccia verde” in cui una dracena ed altre piante erano chiamate a risolvere complicati thriller grazie al loro presunto potere di comunicazione empatica.

Annunci

4 pensieri su “Scrittura e immagini nel dominio della scienza

  1. Oddio. Non lo sapevo. Mi tranquillizzava credere di essere la sola ad avere idee simili! :-O
    Già che ci siamo, qualcuno ha anche già messo a punto una stampa alla clorofilla sul modello di quella agli alogenuri d’argento?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...