Mangiate cacao, vincerete il Nobel (?)

Con l’assegnazione del Nobel per la Pace all’Unione Europea si è chiusa -se non sbaglio- anche questa tornata di premi in terra scandinava ed un piccolo manipolo di cervelloni si è aggiunto alla nutrita schiera dei vincitori degli anni scorsi. Per vincere un Nobel ci vuole come minimo un cervello dotato di una brillantezza straordinaria, una roba per cui non basta la fortuna al momento della distribuzione dell’intelligenza: oltre alla sorte occorrono allenamento e miglioramento della performance, con ogni mezzo lecito.

Il New England Journal of Medicine suggerisce, con tono molto semiserio, uno stratagemma per aumentare la probabilità di vincere il Nobel, ovvero abbuffarsi di cacao. Per la precisione, sfruttando le pieghe più plastiche e creative della statistica, un simpatico ricercatore ha individuato una possibile correlazione tra consumo di cacao ed assegnazione dei Nobel, ottenuta correlando i consumi di cioccolato pro capite per nazione ed il numero di premi assegnati ad ogni stato.

La statistica purtroppo non permette ancora di prevedere quanto cioccolato annuo possa essere necessario per portare a casa la medaglia con l’effige del famoso dinamitardo, ma su scala nazionale qualche  indicazione emerge:

The slope of the regression line allows us to estimate that it would take about 0.4 kg of chocolate per capita per year to increase the number of Nobel laureates in a given country by 1. For the United States, that would amount to 125 million kg per year. The minimally effective chocolate dose seems to hover around 2 kg per year, and the dose–response curve reveals no apparent ceiling on the number of Nobel laureates at the highest chocolate-dose level of 11 kg per year

Dietro questo piccolo divertissement da ricercatore nerd c’è comunque una dose di sostegno scientifico: secondo alcune indicazioni ancora preliminari e nent’affatto scolpite nella pietra, i flavonoli del cacao ed i loro metaboliti assimilati dopo la digestione sarebbero potenzialmente in grado di migliorare alcune capacità cognitive, soprattutto nelle persone anziane. E del resto l’età media dei vincitori del Nobel è di circa 60 anni al momento della proclamazione…

6 thoughts on “Mangiate cacao, vincerete il Nobel (?)

  1. Per la precisione la tornata non si è ancora chiusa, manca il Nobel dell’economia (per la serie: cogliere il punto dell’articolo…)

  2. luca vallis veriacus ha detto:

    ecco, mi sacrifico per la patria e per la scienza: da oggi tre fave di cacao appena tostate dopo i pasti principali – inizio subito! (e mai senza snobismo)

  3. Fabrizio ha detto:

    Sarebbe interessante una correlazione tra le categorie del Nobel e i tipi di cioccolato. Per dire, col cioccolato al latte al massimo prendi un IgNobel, col gianduja Marchionne prende il Nobel per l’econ… No, il gianduja fa male, ho capito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...