De nominum plantarum

Cade, e da crasso ignorante non sapevo neppure che esistesse, un vincolo quasi lefebvriano della tassonomia botanica: da gennaio 2012 per descrivere la scoperta di una nuova specie vegetale non sarà più necessario consegnare una descrizione cartacea (è sufficiente l’online o il pdf) ma soprattutto non sarà più obbligatorio depositare una descrizione in latino e basterà usare la lingua veicolare contemporanea, ovvero l’inglese. I tassonomi son gente ponderata e liturgica, prima c’era il rischio che il digitale non fosse abbastanza definitivo.

Resta valida la norma del latino per il binomio linneano, ma per il polveroso e bradipico mondo della botanica sistematica è comunque la ratifica ufficiale di una modernizzazione importante a cui altri settori della tassonomia devono ancora arrivare.  Il mantenimento della tradizione linneana del latino per la nomenclatura non è più da tempo una prassi imparruccata ed il suo uso del resto è diventato un fortunato sistema per divertimenti autoironici da parte dei cacciatori di piante. Ad esempio, che zavorra arcaica può avere un botanico che chiama Spongiforma squarepantsii un nuovo fungo spugnoso del Borneo? (cfr: qui)

Advertisements

7 pensieri su “De nominum plantarum

  1. mah… il tema sarà sottoposto a votazione il 30 luglio e non è detto che passi, almeno dubito che salti il nome latino che è quello che universalmente permette ai botanici di parlare una stessa lingua. Vedremo…

  2. Il nome latino per le specie non è assolutamente in dubbio, bensì la prima descrizione delle nuove identificazioni (che fatta in latino ora è anacronistica al confine dell’inutile). Molto interessante il fatto che il congresso sia coperto quasi dal vivo dai blogs di Annals of Botany e rilanciato da un hashtag ad hoc via twitter come avvisa Agricultural Biodiversity. Mi pare unì’altra buona pratica per togliere polvere e odore di chiuso dalle stanze dell’accademia.

  3. La lingua latina era la lingua ufficiale delle scienze ai tempi di Dioscoride, Teofrasto, Plinio. Passi anche nel XVII e XVIII secolo con le classificazioni naturali. Ma già dal secolo scorso l’inglese è diventato l’unica lingua scientifica ammessa da una comunità globale (a livello nazionale si tollera forse ancora la lingua autoctona). Sarebbe ancora ammesso un paper a una conferenza in lingua latina? Chi è ancora in grado di produrre documentazione in lingua latina (non credo neppure la mia prof di latino del liceo)? E’ giusto, a mio parere, che la botanica, scienza secolare – anzi millenaria – prenda il passo di una civiltà moderna che corre e che parla inglese!

  4. Giovanna, ok ammetto che la latina è una lingua morta etc.. però “prenda il passo di una civiltà moderna che corre e che parla inglese!” …no! È inevitabile lo capisco, ma addirittura applaudire la tristezza del neocolonialismo culturale dell’inglese, mi sembra troppo… una lingua banalizzante e autoritaria… no! La subisco, li subiamo, in tutto il mondo e addirittura con le loro guerre, ma almeno non applaudiamoli…

  5. Io invece da “addetto ai lavori”, volendo niente togliere a quanto già detto, e accettando questo salto evolutivo, trovo che la lingua latina resti molto utile, essendo l’anima della botanica e delle scienze annesse, e per niente ostica perchè ti permette di familiarizzare molto su tutto diventando poi con gli anni tutto automatico; inoltre risulta conveniente ad una formazione professionale “rigida”: soprattutto per chi rileva una nuova specie, inserire una descrizione latina ‘ad hoc’ è come sfoggiare un trofeo, una garanzia di professionalità tra i veterani. Talvolta essa è l’unica ad arricchire a permettere di coniare nuovi termini scientifici, glossari di botanica, composti da parole dotate di prefissi e suffissi latino-greci. Poi l’inglese suonerebbe maccheronico nella nomenclatura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...