Previsioni fenologiche

Per celebrare l’epoca della fioritura l’anno passato era passato da queste parti il notiziario meteo giapponese con le sue isobare del ciliegio. Quest’anno è il turno dell’archivio fenologico di Nature’s Calendar e delle sue mappe meteofiorali. Il servizio britannico sostenuto dal benemerito Woodland Trust si occupa da qualche secolo di raccogliere i dati della fioritura, delle prime gemme fogliari e di altre manifestazioni visibili delle piante e tuttora opera grazie ad una nutrita schiera di migliaia di volontari, coordinati anche attraverso un sistema online. Le osservazioni vengono poi rielaborate a produrre tabelle, mappe navigabili, rifliessioni e monografie interattive. Una di queste riguarda ad esempio l’importanza delle osservazioni fenologiche nel descrivere l’influenza del cambio climatico sull’ambiente.

La fenologia, ovvero lo studio delle fasi della vita di una pianta, ha in questo campo una rilevanza duplice dato che esprime l’adattamento più facilmente osservabile dei vegetali all’ambiente ed ai suoi mutamenti. In agroclimatologia ad esempio permette di comprendere quali specie o varietà siano più adatte ad un dato clima o microclima, per sincronizzare al meglio fioritura e presenza di impollinatori o per ottimizzare la produttività. Per contro le analisi osservazionali come quelle raccolte su Nature’s Calendar possono invece confermare trend climatici e dare una misura del climate change visibile a tutti, semplice e di impatto. Proprio a questo riguardo il sistema offre un eccellente esempio di ricerca dal basso: i dati delle  fioriture osservate dai volontari sul territorio britannico a partire dal 1753 ad oggi sono stati rielaborati e pubblicati in settimana su Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences (qui l’articolo completo). In tutto oltre 400.000 correlazioni fenologia-data-temperatura sono state valutate col seguente vaticinio: ad ogni grado di innalzamento della temperatura per effetto del global warming corrispondono 5 giorni di anticipo nella fioritura e dividendo gli ultimi 250 anni in 1o porzioni, gli ultimi 25 anni hanno offerto il maggiore anticipo. Il grafico non è un classico hockey stick solo per la scelta dei parametri e lo studio è interessante per più motivi. Innanzitutto è stato monitorato un arco di tempo esteso -sebbene i record più vecchi non fossero completi come quelli recenti- limitando il rischio di riscontrare effetti circoscritti ad un periodo specifico. In secondo luogo è stato generato un indice cumulativo relativo a 405 differenti specie distribuite su tutto il territorio britannico e non a poche piante in un’area circoscritta. Come confermato da osservazioni limitate (su poche piante o su regioni prese singolarmente) l’indice fenologico sviluppato ha permesso di ovviare agli errori dovuti alla differente distribuzione delle specie tra una zona e l’altra ed alle influenze climatiche locali, minimizzando ad esempio il peso delle aree inurbate dove l’innalzamento delle temperature è più marcato a causa dell’effetto combinato del riscaldamento domestico e del diverso irraggiamento.

L’esperienza inglese non è isolata. Ad esempio anche il servizio meteorologico svizzero utilizza le osservazioni fenologiche dei vegetali per monitorare l’andamento delle stagioni.

Advertisements

3 thoughts on “Previsioni fenologiche

  1. Su scala nazionale e citizen-based credo nulla, ma potrai sbagliare e ne sarei lieto. Azioni accademiche ed istituzionali, soprattutto a vocazione agronomica (tipo Phenagri) o servizi localizzati (in genere svolti attraverso giardini fenologici e non capillarmente sul territorio), ce ne sono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...