Frasi di rischio sugli integratori alimentari?

Nei corridoi in cui si incrociano esperti di diritto e di integratori alimentari/piante medicinali si mormora di una nuova proposta di legge del governo italiano, secondo la quale per alcuni ingredienti dovrebbero essere obbligatoriamente indicate frasi di rischio e dichiarazioni di efficacia. Sempre secondo i “si mormora” la direttiva riguarderebbe per ora un numero limitato di ingredienti vegetali e non (Cimicifuga racemosa (immagino per le ipotesi di epatotossicità), Citrus aurantium (immagino per il contenuto in sinefrina), Ginkgo biloba e Hypericum perforatum (immagino per le interazioni con alcuni farmaci), miscele di aminoacidi ramificati e non, la creatine, alcuni flavonoidi non specificati e gli estratti di riso rosso fermentato (Monascus purpureus, immagino per la sovrapposizione di efficacia con le statine).

La cosa costituirebbe un precedente ed in un certo senso una modifica dello status di “integratore alimentare” sinora attribuito ai prodotti che contengono le materie prime citate. Non è ancora chiaro se e come questa proposta -invero non ancora ufficialmente apparsa, a quanto mi risulta- andrà a confliggere con la normativa europea. Staremo a vedere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...