Duchessa naso fino

La città che mi ospita ha alcune prerogative uniche. A fianco del culto del cibo, ad esempio, vive di una smodata ed a tratti incomprensibile venerazione per la figura di Maria Luigia d’Asburgo-Lorena, immagino in riconoscenza per il lascito di benessere che l’arrivo della corte franco-asburgica ha contribuito a lasciare a parmensi e parmigiani. Di lei si narra -con quel medesimo tono di parigina grandeur e di sopraggiunta nobiltà che le genti di qua hanno pure preso in dote dalla stessa fonte-  che avesse una passione irrefrenabile per le violette. C’è chi dice per via di omaggi floreali ricevuti ai tempi del loro amore da Napoleone, il quale a sua volta aveva eletto Viola odorata a simbolo del bonapartismo (sia di quello revanchista post-esilio che di quello galante, da materasso). Resta il fatto che le tracce di Maria Luigia a Parma non si rinvengono solo alzando gli occhi verso insegne di alberghi e ristoranti e nei loro menù a più stelle, nè solo ascoltando la erre parigina con cui i parmigiani rimarcano i loro nobili ed illustri trascorsi storici e la distanza quasi ontologica dal resto della gens emiliana e neppure nell’urbanistica cittadina o nelle sale del museo tematico a lei dedicato. La presenza della “buona duchessa” la si può fiutare nell’aria, specie in primavera e per colpa delle violette e del loro profumo. Sarà per questo e per l’ammirevole capacità di generare business con tutto ciò che fa terroir anche se non è vigna, altra cosa che da queste parti hanno assorbito nel DNA culturale chissà da quale contaminazione, ma la violetta -anzi, la violetta di Parma – è la versione floreale-odorosa del parmigiano e del prosciutto. In questo weekend la città ne celebra la diffusione nel tessuto culturale, storico ed economico con un triduo di spettacoli, mostre ed eventi come la riapertura del Violarium, resi ancora più attraenti dal primo sole della primavera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...