Prévert, beccati questa

Anche in autunno, anche per le foglie morte o inebriate d’acido abscissico ed etilene, la vita continua. Cadere nel giardino di Christoph Niemann, illustratore del New Yorker e del NY Times aiuta, almeno per entrare nell’altrettanto effimera, elusiva storia del design. L’ultima trovata di Niemann sono i calembours tra parola e lamina fogliare, le freddure del foliage. Per scegliere la mia combinazione preferita da esporre qui a lato ho dovuto tirare a sorte (e non ha vinto Swiss Army Tree, dannazione!). Menzione speciale della giuria per Elder Ego.

Annunci