C’è un vicino nuovo in fondo alla via

Le discussioni scaturite da questo post sulle specie invasive e biodiversità si sono propagate altrove e condensate qui. Con grande tenpismo il numero di New Scientist di questo mese riporta l’editoriale di un esperto del settore che mi pare la chiosa perfetta per equilibrio e razionalità e merita di essere letta tutta, al di là della citazione qui sotto.

It is crucial that we distinguish harm from mere change so that we can spend scarce human and economic capital wisely. We scientists can best assist by making sure that our messages are accessible, interesting and meaningful without compromising the science. As long as the harm is real, it should not be necessary for us to overgeneralise, exaggerate, use incendiary language or misrepresent data in order to attract attention“.

Annunci