Non si è fermato mai un momento

Il più grosso problema al rientro è il recupero dello spinmon. Mentre si gira per monti e per città o mentre si resta sul girarrosto delle spiagge, il maledetto mondo continua a ruotare come un giradischi, come un kebab, come un derviscio. Ed accumula arretrati di lettura impossibili da smaltire, manco fossero di PVC. Tocca allora fare la differenziata, raccogliere e separare quel che può essere risparmiato al cestino e ridestinato a nuova vita. Per quest’estate sono scampate al termovalorizzatore queste pagine, più o meno legate a temi cari a questo blog.

Lo stato dell’arte sul senso degli alimenti funzionali, a cura di Fooducate.

Albiprugne o prugnicocche? Fenomenologia dell’ibrido prugna-albicocca, nientemeno che su Slate e con un elegantissima recensione di un intero libro  sul tema, a cura di Fruit Blog. Altri frutti strani? Su Scent of Green Bananas. E per saperne di più sui cercatori di frutti esotici, si dovrebbe trovar tempo di sfogliare questo libro.

Meno calorie, più sirtuine, salute migliore. Con resveratrolo o senza?

Cassava, provitamina A ed i casi della vita,  come riporta con dovizia di particolari CIAT Blog.

Sul blog di CABI, le ultime sull’artemisinina: rese estrattive, selezione colturale e primi problemi.

C’è grosse crisi. Anche per i produttori bulgari di lavanda ed essenza di rosa.

La comunicazione chimica è un’arte sopraffina nel grande disegno dell’evoluzione. Nella puntata odierna la sordida storia delle orchidee che attraggono con l’inganno vespe affamate di altri insetti. Come? Producendo un segnale chimico analogo a quello generato dale api ferite.

Ed infine, un’anticipazione della collezione di argomenti autunno-inverno: NTFP e sostenibilità; diritti di proprietà e biodiversità; nel 2010 –anno della biodiversitàc’è chi prova a parlare di cultura.

7 thoughts on “Non si è fermato mai un momento

  1. Ma, quindi, un’orchidea che emette bananina? Wow… ne voglio un paio. Ma da tenere rigorosamente a distanza dalle arnie. Se le altre api la percepiscono si rischia l’attacco di massa!

  2. Leggi chi scrive, la latitante estiva. E’ stata una lunga estate calda e dissestata anche qui, specie nella seconda parte. La strada in salita dovrebbe essere verso la fine anche perchè (per San Crispino!), i piedi non stanno più nelle scarpe.

  3. bentornato!! ora mi spulcio gli articoli…intanto rido all’idea di un mondo che gira inarrestabile come un kebab😀😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...