Io ci vado!

locandina1Non si può giudicare un libro dalla copertina, recita l’adagio. Quando però la copertina è esplicativa del contenuto come quella raffigurata a fianco e la quarta di copertina ha tra le altre cose un testo come quello seguente, la tentazione è irresistibile, anche se si tratta di una mostra e non di un libro. “Le nostre conoscenze sul mondo vegetale si vanno perdendo e con loro perdiamo ogni giorno di più la percezione del fatto che occuparci delle piante significa occuparci della nostra stessa vita. Usare le piante è diventato una specie di bisogno naturalistico, un non-ben-definito patrimonio di non-ben-definiti ecologisti o, all’opposto, l’esigenza di una certa élite intellettuale, cosicché una sottile idea di superfluo attiene ora alla nostra moderna considerazione delle piante”.  Parole e musica di Anna Maria Mercuri, coordinatrice del progetto PaCE, Plants and Culture in the history of Europe, un’iniziativa trasversale tra scienza e cultura che ha avuto come scopo il “produrre un inedito insieme di storie che parlano di botanica, archeologia, usi delle piante nella cultura e nelle tradizioni popolari di undici paesi europei“. Un vero rizoma in mostra.

La mostra, ad ingresso gratuito, da sabato farà tappa a Reggio Emilia presso i Chiostri di San Domenico (via Dante Alighieri 11), qui orari ed indicazioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...