La dolce via

bottOrdinarie battaglie industriali: Coca cola e Cargill come preannunciato partono in tromba con lo stevioside nelle bibite a calorie zero. La concorrenza ed alcune associazioni di consumatori statunitensi ribattono appellandosi alla cautela, perchè come riportato in un editoriale apparso questa settimana su Scientific American, la FDA non si è ancora pronunciata. Ed a stretto giro di posta, con inquietante puntualità, lo sdoganamento arriva per gli estratti arricchiti in rebaudioside A. Sprite Green, Odwalla, PureVia, SoBe Lifewater i nomi dei prodotti che conterranno gli estratti propietari denominati commercialmente Truvia o PureVia, che nella concessione delle autorizzazioni hanno sorpassato la pianta tale-e-quale ed il suo semplice estratto. Come rimarcato, forse non casualmente, da uno dei responsabili dei brand coinvolti: “that FDA GRAS was for 95 percent purity because “it separates it completely from stevia extract, which doesn’t have that kind of purity level as Reb A”.

Per un riassunto delle puntate precedenti apparse su questi schermi: Stevia su Repubblica, Stevia e le big dell’alimentare, stato dell’arte su Stevia rebaudiana.

Annunci