Dell’Amazzonia sostenibile non si butta via niente

Parlando di Amazzonia, dire che la selva è la farmacia delle popolazioni indigene rappresenta un topos che trascura come la foresta possa costituire un emporio dagli scaffali ben più vari, affollati. Ricchi di spunti e materiali utili non solo per le popolazioni che la abitano ma anche per chi vive altrove.

Il sito di Amazon your business è un pò bulgaro e costituisce una specie di ossimoro rispetto al libro che il sito promuove ed alla filosofia del suo contenuto, che invece è ben sintetizzata nella prefazione. La tesi del libro è chiara e consiste nel sottolineare come la protezione della biodiversità tropicale possa (debba?) passare attraverso una valorizzazione sostenibile dei prodotti delle foreste, dando ad essi un valore commerciale preciso,  obbligatoriamente vincolato a qualità, perfezione, eleganza, alta professionalità, l’attenzione per il consumatore e non solo per il produttore. Per centrare l’obiettivo della protezione ambientale  questi prodotti devono nascere con certificazione etica, ambientale e tutti i crismi dell’equità sociale ma devono avere le carte in regola, per forma e sostanza, per competere anche con l’alta gamma del commercio tradizionale, in tutto il mondo, per tutte le tasche.

Amazon your business non è un saggio tecnico ma un intelligente pastiche di interviste dal taglio giornalisito ad ONG, attori istituzionali dalla vocazione produttiva e soprattutto cooperative ed aziende attive in svariati comparti. Domande, risposte ed approfondimenti si susseguono in bilico leggero e comprensibilissimo tra la rivista patinata e la brochure socio-ambientale. Il formato scelto è quello delle dieci domande, con descrizione dei prodotti e degli indicatori di equità e sostenibilità socio-ambientale che i produttori si prefiggono di monitorare, il tutto farcito da storie in presa diretta che amplificano l’empatia tra il lettore ed volto umano di queste esperienze di lavoro. Solidali, attente all’ambiente ma non per questo scarse in professionalità ed ambizioni.

Le classi merceologiche trattate spaziano dagli sciccosissimi fitocosmetici eco-equo-sostenibili dei brasiliani di Natura ai saponi più rugged di Tawaya, ottenuti da palme locali spontanee come buriti e muru-muru, dal cacao boliviano di REPSA alla linea da toeletta della Fundacion Chankuap’ in Ecuador sino alla nutraceutica, con i produttori di camu-camu legati a Cedecam ed attivi nella zona di Iquitos in Perù. Rispondono presente anche fonti che potrebbero far alzare un sopracciglio ad alcuni, come il legname pregiato ma sostenibile di Precious Woods Amazon, le pelli di caimano prodotte in Bolivia sotto l’egida della Fundacion Amigos de la Naturaleza ed i gioielli in oro di Green Gold-Community Mining dalla Colombia, perchè dell’Amazzonia sostenibile non si butta via niente. Della scheda di Treetap, produttori di borse e borsette in caucciù vegetale da estrattivismo, vagamente à la Orla Kiely, è disponibile una preview.

Il libro, edito nel 2007 in un formato quadrato molto sexy, patinato il giusto e conseguentemente non economico (45 euro se includiamo le spese di spedizione), è acquistabile online ed arriva a casa in pochi giorni. Il curatore, che dev’essere un tipo da conoscere, probabilmente vi contatterà direttamente per sapere come accidenti avete fatto a scoprire il suo libro.

3 thoughts on “Dell’Amazzonia sostenibile non si butta via niente

  1. “Il sito di Amazon your business è un pò bulgaro” è un giudizio quasi riduttivo!
    In ogni caso condivido il fatto che il curatore debba essere un tipo interessante.

  2. Pensa che invece il libro è curatissimo della parte grafica. Il curatore mi ha scritto mentre era in missione in Suriname (e io rosico).

  3. Conosco altri lavori di quelli che hanno curato la grafica e quindi non faccio fatica a crederlo e mi rosico, un po’ per il Suriname, un po’ perchè i 50 euri in libri di sto periodo li ho già spesi su un trattato di pedologia pallosissimo… ed indovina! In Inglese…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...