Il protettore del bagnante

Per chi come il sottoscritto è impegnato nel frenetico inseguimento delle ferie e di un posto al sole, un approfondimento a tema. L’Environmental Working Group ha reso disponibili risultati e metodologie di uno studio comparativo condotto per valutare sicurezza ed efficacia su oltre 900 filtri e protezioni solari (con fattore superiore a 15) presenti sul mercato americano. Solo 28 hanno passato a pieni voti l’esame e molte marche leader hanno preso la sveglia, come si suol dire. Claims errati in termini di durata ed efficacia della protezione, di resistenza all’acqua, protezione inadeguata contro UVA o UVB o addirittura verso entrambi, formulazioni a rischio allergenico, ingredienti in grado di essere assorbiti a livello transdermico i principali problemi evidenziati dalla ricerca (qui l’elenco completo delle rogne). Lo studio usa come riferimento la normativa americana (a quanto pare oggetto di ampie critiche dato che non è stata aggiornata dal 1978 ) e tratta prodotti non sempre disponibili sul mercato italiano, ma una comparazione degli INCI può essere utile anche per fare la scelta giusta dalle nostre parti.

Sullo stesso sito, una pratica e sintetica guida alla scelta della protezione solare ed alla lettura dei relativi ingredienti. Anche Scientific American ha da poco ripreso e commentato i risultati divulgati da EWG.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...