La figura del citrullo

Con luglio siamo ufficialmente entrati nella stagione balneare. Balneare è sinonimo di quisquilie sotto all’ombrellone tra mamme con un occhio al pargolo e l’altro al rotocalco, di ammiccamenti sul bagnasciuga, di storie effimere dall’alba al tramonto. Di disimpegno, insomma. Per bagnini di Romagna e vitelloni professionisti da Porto Cervo a Fregene è invece una stagione impegnativa. Col caldo poi, si sa, la passione può venire meno ed ogni aiuto all’ars amatoria, meglio ancora se fresco, è ben accetto nonchè argomento evergreen di chiacchiericcio estivo.

Allo sciagurato redattore di Repubblica non deve quindi esser parso vero quando stamattina si è ritrovato per le mani la velina di Sciencedaily che titolava, testuale: “Watermelon May Have Viagra-effect“. Estate+anguria+Viagra+argomento da ombrellone=pezzo fatto. Così il tapino ha tradotto il lancio, vi ha aggiunto due richiami rapidi al mercato di Viagra e Cialis, un vistosistampi e via, alle rotative. Lo sventurato non si è però accorto (o non ha approfondito, o non ha capito) che nella velina non si parlava di risultati sperimentali validati da una pubblicazione, ma si presentavano le attività di un ricercatore americano. Niente elementi accettati e riconosciuti dalla comunità scientifica ma sostanzialmente un promo (o se preferite, una marchetta) del Vegetable and Fruit Improvement Center, un istituto di ricerca agroalimentare (e non medica) dell’Università di Texas A&M di cui il Dr. Bhimu Patil è direttore.

Non ha fatto neppure quella rapida ricerchina, il disgraziato, che gli avrebbe mostrato come il buon Dr. Patil non sia un medico, un farmacologo o un fisiologo umano bensì un fisiologo vegetale che in vita sua si è sempre occupato solo e probabilmente con grande competenza di alimenti ed agrumi. Analogamente non si è curato di spendere un minimo di tempo a guardare cosa se ne scriveva in rete della marchetta di cui sopra, già a pochi minuti dalla sua comparsa, stigmatizzando l’hype che queste operazioni creano senza partire da basi scientifiche concrete e reali. Non si è neppure accorto, ahilui ed ahinoi, di come un servizio analogo, WebMD, avesse trattato il medesimo tema con un’arguzia ed un criticismo che lampeggiava di caveat fluorescenti, riportando gli scettici pareri di persone più qualificate a parlare di disfunzioni erettili, adombrando il dubbio della quantità e spiegando bene come giungere a conclusioni tramite sillogismo* sia un’operazione ad “alto rischio figuraccia”. Probabilmente il nostro sfortunato redattore ha visto che effettivamente la l-citrullina è tra le sostanze naturali in via di studio per il trattamento dell’impotenza (qui una bella review in pdf per chi vuole saperne di più), ma non si è avveduto del fatto che la l-citrullina è contenuta principalmente nella buccia e che per riuscire assumerne una quantità significativa a partire dalla polpa si può star certi solo di due cose: si passerà la nottata in bagno e non a letto. Lo stesso Patil del resto candidamente dichiara in un’altra intervista che in circa 120g di succo di cocomero sono contenuti 150mg di l-citrullina ma che “non sa quanta ne serve per determinare un’erezione” (ammesso che ne sia in grado realmente e non solo in termini speculativi, la reale efficacia è tuttora non verificata).

Non ha neanche realizzato, il poveretto, che un composto che si chiama citrullina potrebbe prestarsi a facili boomerang di parole, se non si sta attenti a quel che si scrive.

——–

* Il sillogismo del caso è: “Il cocomero contiene citrullina, che promuove la produzione di ossido nitrico, l’ossido nitrico è coinvolto nella dilatazione dei vasi, anche di quelli che governano i corpi cavernosi — Ergo, il cocomero è un simil-Viagra”

Annunci

5 pensieri su “La figura del citrullo

  1. …e nonostante tutto ieri notte su RadioDue riportavano la notizia tale e quale con tanto di sghignazzi e “dai di gomito”… meglio fermarsi “alle otto della sera” e a “tutti i colori del giallo”…
    Saluti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...