Quando il disegno delle piante parla della storia e della cultura dei popoli

In un certo senso le illustrazioni cinesi di Fascination with Nature, di scena alla sala 91 del British Museum, sono la sintesi tra l’estrema precisione tassonomica e la voglia di stupire citate nei due post precedenti sulla Botanical Art. A differenza dell’effetto un pò kitsch delle tavole di Amazing Rare Things, tuttavia, le combinazioni di animali e vegetali su papiri, sete e pergamene cinesi dal 1300 ai giorni nostri ed i loro messaggi mantengono una leggerezza ed una grazia senza tempo.

Occupano poco più di una stanza, ma rappresentano in maniera chiara la distanza culturale (niente accezioni positive o negative, solo constatazione di una differenza) tra Oriente ed Occidente in certe epoche storiche: la precisione nel disegno botanico ed il coesistente leggero dinamismo di alcuni artisti cinesi meravigliano al pensiero delle figure rigide del coevo Cimabue e diventeranno uno stilema accettato nella nostra cultura solo tre secoli dopo, circa.

One thought on “Quando il disegno delle piante parla della storia e della cultura dei popoli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...