L’America è lontana

A metà aprile si tiene la settima edizione dell’Oxford International Conference on the Science of Botanicals. Purtroppo è l’Oxford del Mississippi e non quella nell’Oxfordshire per cui dobbiamo accontentarci di consultare il materiale messo online sul sito della manifestazione e soprattutto sfogliare i contributi, tutti notevoli, riassunti nel numero speciale di febbraio 2008 della rivista Planta Medica. Come negli anni precedenti il tema dell’evento sarà quello della fase pre-clinica, ovvero del controllo di qualità farmacognostico, chimico e genetico e del drug-discovery di matrice erboristica e fitoterapica. Scorrendo la lista degli interventi proprio l’applicazione di strategie sistematizzate di drug-discovery, l’utilizzo di tecniche di biologia molecolare come il fingerprinting del DNA nel riconoscimento delle droghe vegetali e la definizione di normative precise per la produzione e la standardizzazione sembrano essere i principali trend di quest’anno.

Fortunatamente il sito dell’ICSB ospita quasi tutto il materiale esposto nelle precedenti edizioni della conferenza. Più che per trarre informazioni puntuali (mancano purtroppo i testi o le registrazioni video delle conferenze) è un buon posto per capire la quantità e la complessità degli argomenti che coinvolgono a livello scientifico e commerciale il mondo delle droghe vegetali e per avere in un colpo solo un’idea dei problemi più attuali nel controllo di qualità delle materie prime e della loro soluzione.

Annunci